Intervista esclusiva a Povia: “Riporterei Luca era Gay a Sanremo, All’Isola chiesi un milione ma..”

Intervista esclusiva a Povia: “Riporterei Luca era Gay a Sanremo, All’Isola chiesi un milione ma..”

Eccoci tornati sul palcoscenico delle Interviste Esclusive

Oggi a concederci una gentile chiacchierata è stato il noto cantautore Italiano, Giuseppe Povia, al centro di tante polemiche nell’ultimo periodo non propriamente legate all’ambito musicale.

Giuseppe Povia, in arte solo Pòvia (Milano19 novembre 1972), è  un cantautore italiano.

Povia suona sia musica pop che rock ed è stato il vincitore del Festival di Sanremo 2006 con il brano Vorrei avere il becco. (Da Wikipedia)

– Da dove nasce la tua passione per il canto? qualcuno ti ha indirizzato a questa carriera?

Si mia mamma e mio nonno erano cantanti e musicisti e giravano con le compagnie teatrali per tutta Italia. Forse è per questo che la musica mi è entrata nel Sangue. Poi in seguito, ho scoperto che canto e scrivo perché ci sono tante cose che non mi piacciono nel mondo. Mi piace cantare anche l’amore, ho molte canzoni d’amore nel mio repertorio. Sono un cantautore a 360 gradi.

– Chi è il tuo cantante preferito e la tua canzone preferita?

I miei preferiti sono tanti ma 3 ce li ho nel cuore: Battisti, Gaber e Rino Gaetano.

– Pensavi di vincere Sanremo con “Vorrei avere il Becco”?

Non me lo aspettavo ma la gente ha premiato l’amore e infatti gli innamorati sono piccioncini.

– Nel 2013, riporteresti a SanRemo, “Luca era Gay”?

E perché non dovrei? La canzone è molto amata dai gay. Quelli che gliel’hanno fatta odiare sono le associano gay, che arrogandosi il diritto di difesa, li fanno sentire strani, diversi ed emarginati. Soprattutto quando organizzano i gay pride e li mettono sopra i carri tutti nudi. I gay che conosco io non sono così anzi, loro stessi sono contrari a manifestazioni di quel genere. Certo se avessi cantato “Luca è gay e non sta più con lei” avrei preso consensi ipocriti e applausi facili ma fasulli.

– Scherzandoci un po sù, cosa ti senti di dire a tutti i Luca, me compreso, che erano nella fase adolescenziale della loro vita all’uscita di “Luca era Gay” e hanno dovuto subire stupide prese in giro dagli amici?

Potrei dirgli “Luca era gay adesso sta con 6″ ;D

– Com’è cambiata la tua vita dopo il festival di Sanremo?

Come persona sono sempre lo stesso a parte qualche responsabilità che mi sento per quello che scrivo e canto. La gente mi riconosce per strada, mi chiede di fare la foto e mi canta le canzoni quando cammino. Però sono uno tranquillo ed ho un sorriso per tutti. Mi piace che chi nel 2005 aveva 12/13 anni, oggi sia maggiorenne e venga ai concerti con la macchina

 

– La musica sta cambiando forme e suoni, si fa sempre più uso dell’elettronica e del sound digitale: un tuo parere?

A me piacerebbe fare un disco rock acustico cantautorale per riportare il concetto del cantautore che è stato sorpassato, squalificato negli anni. L’elettronica mi piace tanto e anche io ne faccio uso.

– I talent show danno un’opportunità ai talenti emergenti di fare carriera: Tu cosa pensi dei Talent?

Penso che siano occasioni come tante altre. I ragazzi per 3 mesi cantano canzoni famose ma poi quei 2/3 che ne escono vincitori, cantano canoni inedite e diventano loro i protagonisti.

– E se in futuro un tuo figlio (o una figlia) volesse diventare un cantautore?

Lo sosterrei per l’ideale ma non lo aiuterei. Io non ho avuto raccomandazioni. Speriamo di no però, ci sono anche lavori seri;D

– E se tua figlia volesse fare il Grande Fratello?

Spero di fare un bel lavoro per farle capire che è un programma non buono.

– Povia parteciperebbe mai ad un Reality Show?

Se mi pagano bene si. All’Isola dei famosi ho chiesto 1 milione di euro ma mi hanno detto di no come mai? ;D

– C’è una canzone dei Gem Boy, intitolata “Manonmuoreno”, che anche senza citarti è chiaramente riferita a te, cosa hai pensato quando l’hai sentita la prima volta?

La devo ancora ascoltare ma la domanda è: “devo sprecare qualche minuto della mia vita per ascoltarla?”

– Oggi Povia dove si schiera politicamente , più a destra o più a sinistra?

Io sono un cantautore e resto superpartes ma non ho problemi a elogiare o criticare entrambi.

– Cosa pensi del Movimento 5 stelle?

Grillo mi è sempre piaciuto. Peccato che intorno a lui ci siano molte persone impreparate.

– Ultimamente sei finito sotto accusa dopo aver espresso il tuo punto di vista sul neo ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge: cosa rispondi a chi ti accusa di razzismo?

Professano libertà di pensiero e di espressione ma se non la pensi come loro sei razzista. La Kyenge potevano farla Ministro della sanità, era più nelle sue competenze. Invece c’è sempre la gara per avere consensi e quindi  l’hanno fatta ministro per l’integrazione, guarda caso.

– Secondo te la società tende quasi ad una forma di condanna verso chi dichiara di essere fieramente etero sessuale ?

Infatti c’è un nuovo fenomeno l’ETEROFOBIA

– Favorevole o contrario alla legalizzazione delle droghe leggere?

Se sono droghe non sono leggere. Contrario perché so.

– Torniamo alla Musica, pensi che tra 70 anni, le generazioni ricorderanno chi è stato Povia ?

Qualcosa ricorderanno, nel bene e nel male.

– Povia, fai un saluto a dentroilfatto.it

Un saluti a tutti dentro il fatto!

 Intervista a cura di Luca Di Benedetto e Alfonso Del Vecchio

Intervista rilasciata ai tempi a LUCA DI BENEDETTO per dentroilfatto.it