Intervista a Margherita Vicario: “Ecco come mi sono appassionata a canto e recitazione..”

Intervista a Margherita Vicario: “Ecco come mi sono appassionata a canto e recitazione..”

Finalmente tornano le interviste di Luca Di Benedetto (Noto sul web come : Luca Cohen), su una nuova piattaforma ma con la solita passione di sempre.

Oggi a concederci una gentile chiacchierata è Margherita Vicario. 

Margherita è un’attrice e una cantante italiana. Ha preso parte a numerose Serie Tv, tra le quali “I Cesaroni” che forse l’ha fatta maggiormente conoscere al pubblico nei panni di “Nina” la vicina di casa della grossa famiglia Romana.

– Ciao Margherita so che tra le tue passioni è forte quella del canto oltre quella nota a tutti per la recitazione. Mi piacerebbe iniziare l’intervista da quest’ultima, chiedendoti dove nasce la tua passione per la recitazione ?
Nasce dall’ infanzia vissuta con una  famiglia numerosa con i miei fratelli. Era forte la necessità di intrattenerci essendo in molti e quindi mia  madre ci metteva a fare spettacoli tra di noi, cantavamo delle canzoni canzoni prima di andare dormire, questo mi ha avvicinato sia al canto che alla recitazione.

– Avevi un attore al quale ti ispiravi da bambina o da adolescente ?
Ispirata nel vero senso della parola , no ma ho solo particolarmente apprezzato  Kate Winslet

– Ti piacerebbe maggiormente diventare una grande musicista/cantante o una grande attrice?
Non sta a me deciderlo, aspetto quello che succederà.
Nella musica dipende più da me e dal mio impegno . Le canzoni scrivo io e quindi dipende da quando tempo dedico al mondo della musica e alla mia passione.
Per la recitazione,non dipende solo da me, ma  dipende anche  da terze persone che devono sceglierti e  chiamarti per fare un film. In ogni caso non prediligo una delle due carriere…aspetto ciò che succederà.

– Parteciperesti ad un cinepanettone se te lo chiedessero e cosa pensi di questo genere ?

Sicuramente non rifiuterei l’offerta a priori. Valuterei il cast e la storia che mi verrebbe proposta in tal caso. Di cinepanettoni ce ne sono stati di più belli e di più brutti , non si può dire che non siano stati dei successi per tanti anni. In ogni caso, ripeto, non rifiuterei a priori solo perché trattasi di un genere molto criticato negli ultimi anni, va detto che è un genere che sta provando a rinnovarsi e hanno ormai cambiato totalmente il cast negli ultimi anni.

– Chi è il piu simpatico sul set de “I Cesaroni”, con chi hai stretto rapporti anche nel quotidiano ?

Ho stretto rapporto con Alessandro Tersigni (L’attore di Francesco), ci siamo trovati molto bene e ci siamo divertiti molto sul set dato che abbiamo moltissime scene in comune . Con Edoardo Pesce (Annibale Cesaroni) , anche non ci conoscevamo e girando si è creato un bel rapporto.

– Come mai nei Cesaroni, non abbiamo ancora visto la Margherita cantante ?  magari affiancata da Matteo Branciamore (Marco Cesaroni) , che nelle serie passate è riuscito a mescolare le sue due passioni di recitazione e canto? 
Perché la sceneggiatura non è stata proprio pensata e sviluppata in tal senso, diciamo che non vi è stato proprio modo .

– Secondo te per quale motivo , In Italia , le fiction non hanno più il successo di ascolti che avevano nei primi anni 2000 e molte sono costrette a chiudere prima del previsto ?

Perché oggi l’offerta è molto più varia. Sono convinta che si sia perso il pubblico giovane, poiché questi ultimi sono stati attratti da Internet, dai vari Social . In più con Sky oggi arrivano in Italia numerose serie americane seguitissime e quei pochi giovani che ancora guardano la tv sono per la maggior parte attratti da quello. Credo, allo stesso tempo, che il pubblico di una fascia d’età più alta sia invece quello che continua ad appassionarsi alle fiction Italiane e al genere.
– Quale ritieni il più grande attore che è stato con te sul set cinematografico ?
La mia carriera può dirsi praticamente appena iniziata, fino ad ora credo che il più grande sia stato .. Woody Allen.

– Passando al mondo del canto, ti faccio una domanda varia ma allo stesso tempo ben precisa, cosa rappresenta  per te la musica?


Ritengo che per me la musica sia una specie di “compagna”. E’ inizialmente  un momento estremamente personale, che quasi definirei intimo poiché prima lo vivo da sola, quando scrivo il pezzo e lo canto le prime volte, anche solo quando cerco di farmi venire in mente nuove canzoni..La cosa bella è che con la musica trasmetto i miei concetti, le mie sensazioni alle persone che mi ascoltano e a quel punto diventa una cosa molto liberatoria e da condividere con gli altri.

– Esiste qualche star alla quale ti ispiri o con la quale ti piacerebbe duettare un giorno ?
Si duetterai con Rufus Wayne Wright

– Cosa pensi dei Talent musicali, li ritieni utili all’artista e al suo mondo musicali o solo utili per far emergere il personaggio prima dell’artista ?

Per la musica non li ritengo utili, anzi forse li ritengo persino deleteri
Per il personaggio sono utili ma dipende se il personaggio è capace di sfruttarli al meglio , se riesci ad imporre le proprie canzoni senza diventare un oggetto. Detto ciò sono show divertenti, che guardo, però non li ritengo “il bene” della musica, bisogna sfruttarli nel modo giusto.

 

– Prenderesti mai parte ad un reality show, consapevole che quest’ultimi non sono ben visti dal pubblico?
Assolutamente no, non rientra nei miei interessi.

– So che hai anche un canale Youtube, che usi per caricare le tue canzoni. Youtube già in passato è risultato un trampolino di lancio per talenti finiti successivamente in tv. Credi che un giorno Youtube supererà in termini di ascolti e interessi la tv ?
Chissà..hanno produzioni diverse. Vero che su Youtube troviamo le WebSerie, ma sono lontane dall’assomigliare e dall’essere paragonati alle serie tv . Non so se in futuro Youtube sarà capace di superare la Tv, in termini d’interesse più che di ascolto, ma posso dirti che ha già superato la Radio, oggi le canzoni vengono ascoltate molto di più su Youtube. Ripeto, non so dirti se un giorno sarà in grado di superare la tv. Magari nascerà qualcosa di simile a Youtube che si occuperà solo di intrattenimento, quindi meno dispersivo con canzoni e quant’altro, dato che al momento su Youtube si può trovare qualsiasi cosa.

 

Si ringrazia ancora per l’infinità gentilezza e disponibilità Margherita Vicario. 

Intervista a cura di Luca Di Benedetto

Con i migliori per la sua carriera professionale, chiudo l’intervista e vi aspetto alla prossima.

Sempre qui, su www.lucacohen.it